Modelle & Rotelle. Quando la moda non è effimera.

Postato in data dic 4, 2012

Sabato sera, Sheraton di Roma: va in scena un’anteprima mondiale. Donne in carrozzina e modelle professioniste sfilano insieme.

La finalità, insieme alla rivoluzione culturale che l’evento comporta, è “lo sviluppo della ricerca sulla lesione midollare e rimetterci in piedi quanto prima”, come afferma l’autentico mattatore della serata: Fabrizio Bartoccioni, Presidente della Fondazione Vertical.

Nel frattempo, vogliamo essere belli!“.

La giuria è presieduta da Patrizia Mirigliani; hanno partecipato, tra l’altro, la bella Valeria Mangani Vice Presidente di Altamoda AltaRoma; la maison internazionali di Renato Balestra, Gattinoni, Gai Mattiolo, Giada Curti, Nino Lettieri, Massimo Crivelli, Jamal Taslaq,Franco Ciambella, Gianni sapone e Ivan Iaboni.

Le modelle hanno sfilato in coppia, con la formula della modella in carrozzina accompagnata dalla modella professionista.

Particolrmente emozionanti due momenti tra gli altri nella serata, oltre alle parole dell’organizzatore: il momento musicale e la lettura di Veronica Berti di un messaggio di Andrea Bocelli.

Alla fine a vincere la fascia di Miss Vertical è stata la russa Ksenia Bezuglova, premiata dalla presentatrice, Liana Amicone.

Il foto racconto della serata su : www.simonelettieri.com/gallery/31/Altamoda%20-Vertical/

DSC 8235 Modelle & Rotelle. Quando la moda non è effimera.

Simone Lettieri

www.simonelettieri.com

Leggi Tutto

Art Authority : la storia dell’arte come impronta del fotografo

Postato in data set 3, 2012

Nella formazione di un’aspitante fotografo, spesso ci si riferisce a molti fattori escludendone altri.

La tecnica, l’inquadratura, la performance della macchina, le luci.

Senza un percorso umanistico e una conoscenza dell’arte più approfondita, si rischia però di perdere un’impornta basilare di quello che è lo sviluppo personale di qualsiasi tipo di fotografia, a trecentosessanta gradi.

La filosofia e la storia dell’arte sono due categorie frequentemente sottovalutate. Se provate però ad entrarci in contatto, noterete numerose assonanze tra i dipinti di tutta la storia della pittura, e in particolare dal Rinascimento ad oggi, e la fotografia.

Paesaggi, ritratti, moda, matrimoni: nulla è escluso.

Un buon metodo per crearsi un background di immagini che suggeriscono da dove nasce la fotografia e dove può arrivare, è semplicemente osservare questi dipinti. Art Authority, un applicazione dell’Apple Store, consente di godere di tutte le opere degli ultimi 500 anni, sino alla contemporaneità.

Artisti conosciuti e altri meno, per chi non bazzica musei o facoltà universitarie attinenti. Tutti utili a capire perchè si affermano alcune tendenze nella moda, da dove provengono, come i paesaggi fossero già “fotografici” qualche secolo fa; lo sviluppo dei ritratti, l’anatomia del corpo umano e le sue misure, la luce.

Forse prima di segnarvi a un corso di fotografia, frequentatene uno di storia dell’arte. La mente si apre e, vivendo nella Patria del 60% del patrimonio artistico mondiale, magari si ha anche l’occasione di vedere da vicino ciò che tentiamo di riprodurre.

Simone Lettieri

www.simonelettieri.com

Leggi Tutto

L’importanza della Magnum.

Postato in data apr 17, 2012

Non parlo della 44 Magnum, nè del gelato.

Naturalmente mi riferisco all’agenzia fotografica più famosa al mondo.

Il libro edito da Contrasto sulla storia dei fondatori e di tutti i fotografi che ne hanno fatto parte, è un must che qualsiasi appassionato di fotografia non può evitare di “mangiare”.

Perchè in fondo è come un buon pasto o un buon vino. Qualcosa che da piacere e va assaporato a piccoli morsi (o sorsi). Ogni fotografo porta con se storie di vita talmente ampie che meriterebbe una stella nell’hall of fame delle belle arti.

Il minimo comun denominatore è la passione del racconto per immagini accostato al viaggio. E la etereogenità degli artisti in questione.

Senza nessun tipo di retorica, bastano un paio di biografie con relative foto (mai più di 5 o 6), per avere già un occhio differente sul creato.

Nonostante la maggior parte degli scatti e dei vissuti si riferiscano all’era analogica, non c’è mai la sensazione di vivere qualcosa di passato. Al contrario, il sentimento è quello di bypassare un’era senza averne colto appieno il messaggio. C’è molta più polpa nei pionieri della fotografia, perchè le difficoltà che avevano a livello tecnico e comunicativo giocoforza li spingeva ad approfondimenti della realtà vivendola da dentro. E da dentro significa a contatto estremo con le situazioni che sentivano di voler esplicitare al mondo.

Non è possibile scegliere il migliore. Il più curioso, personalmente, sopratutto per l’impatto dei suoi scatti è Chien-Chi Chang.

Americano nato a Taiwan, come pochi riesce ad avvicinarsi, a stare dentro le situazioni che fotografa. Tanto realista da allestire mostre con foto a grandezza naturale. I temi trattati: un ospedale psichiatrico di Taiwan, e la situazione degli immigrati cinesi a New york. Quest’ultime foto sono del 1998. Se gli date un’occhiata, non lo direste mai.

Simone Lettieri

www.simonelettieri.com

Leggi Tutto

D800 Nikon. L’uscita poco prima del photoshow di roma.

Postato in data mar 28, 2012

Ho acquistato recentemente, esattamente il 23 marzo, primo giorno di vendita della macchina, la D800 della Nikon.

Le caratteristiche tecniche sono già abbastanza note: reflex full frame professionale con sensore da 36, 3 megapixels.

La novità si riferisce appunto al sensore, la cui scheda tecnica precisa: lettura a 12 canali con conversione A/D a 14 bit e rapporto segnale/disturbo elevato. I valori della sensibilità spaziano da ISO 100 a ISO 6400. La gamma può essere estesa fino a ISO 50 e ISO 25.600.

La Nikon D800 può registrare video Full HD 1080p  in 30p, 25p e 24p, con opzioni 60p, 50p e 25p a 720p. La durata del video non può superare i 29:59 minuti.
La registrazione Full HD è possibile sia nel formato FX che DX.

Il sistema autofocus è riprogettato: Nikon Multi-CAM 3500FX AF, con impostazioni di copertura a 9, 21 e 51 punti selezionabili o configurabili singolarmente, il modulo e gli algoritmi di autofocus sono stati riprogettati per migliorare in modo significativo la sensibilità dell’acquisizione in condizioni di scarsa illuminazione fino a -2 EV (ISO 100, 20 °C).

Per ciò che riguarda i “vecchi” obiettivi Nikon, rispetto alla Canon possono essere utilizzabili anche sulla full frame. La perdita di performance risulta in una vignettatura nera attorno la foto.

Il corpo macchina misura 146 x 123 x 82 mm e ha un peso di 900 grammi.

Inutile dare suggerimenti o impressioni. Passo dalla D80 alla D800. Un pochino è come cambiare mestiere. Aspettando, a questo punto, la D80000!

Simone Lettieri

www.simonelettieri.com

 

Leggi Tutto

Iphoto per ipad e iphone!!!!

Postato in data mar 10, 2012

Ebbene si!

Dopo tanto aspettare, è arrivato il regalo che tutti gli utenti “Apple Addicted” desideravano.

Iphoto, già disponibile su Mac, ora è utilizzabile anche su Iphone e Ipad.

L’interfaccia grafica è veramente bella, intuitiva, divertente e concede spazio alla creatività.

Cinque spazi principali: album, foto, eventi, diari e impostazioni.

Certo, non siamo di fronte a un software Nikon o a Photoshop, ma se la foto è stata ben scattata, sopratutto su Ipad, per ovvie ragioni di grandezza dello schermo, ci si può divertire decisamente.

Sei gamme di filtri; luminosita è contrasto; otto pennelli correttivi ; crop e possibilità di creare diari, fotoalbum, presentazioni…e questo è solo un antipasto. Si possono usare le dita come fossero dei pennelli, delle forbici o degli altri strumenti di editing fotografico.

Raramente mi sono trovato cosi’ in difficoltà per descrivere un’ applicazione, proprio perchè è complicato restituire l’immediatezza e la gratificazione che Iphoto dona all’utente.

Senza aggiungere troppe parole, se non vi interessa arrivare a software sicuramente professionali ma che costano circa duecento volte tanto, consiglio vivamente di spendere 3 euro. La sperimentazione del prodotto vi aiuterà a crescere, specialemente nello strutturare l’immagine.

Simone Lettieri

www.simonelettieri.com

Leggi Tutto