Concorso Nazionale Fotografico “L’attimo fuggente: i diritti in uno scatto”, la giuria premia “il Souvenir d’Italia” e tanti nuovi artisti

Concorso Nazionale Fotografico “L’attimo fuggente: i diritti in uno scatto”, la giuria premia “il Souvenir d’Italia” e tanti nuovi artisti

Parte da questo, dalla meravigliosa suggestione che solo una foto in bianco e nero sa evocare, grazie alle ombre, al movimento che, come in uno squarcio di vita quotidiana, cattura l’attimo contrastante in cui un autobus passa, promuovendo nella parte posteriore il sogno dorato del cinema (con la locandina del film “Ciliegine”) , incrociando il povero volto d’ un umile venditore ambulante e straniero che stringe proprio lui: il souvenir d’Italia.

E’ proprio questo, lo scatto “simbolo” del diritto all’integrazione, nel gioco di contrasti tra l’opulenza e la povertà, tra il sogno del cinema e la realtà che cammina per strada a vincere, conquistando la giuria, il concorso nazionale di fotografia “L’attimo fuggente: i diritti in uno scatto”, organizzato dal quotidiano Fatto & Diritto, dall’Azienda Vinicola Montecappone di Jesi, in collaborazione con il sito Fotografia 3.0, Domiad Photo Network e il fotografo professionista Luigi Sauro.

L’istante vincente, immortalato sapientemente dall’artista siracusano Angelo Grimaldi, attraverso il suo scatto “Souvenir d’Italia”,riporta alla luce e alla mente vecchi ricordi e momenti “eterni” di vita italiana conquistando, proprio ieri, il primo premio: un weekend per due persone all’hotel “Adriatico” di Senigallia. Tra i partecipanti al concorso nazionale, lanciato qualche mese fa, spiccano tra le presenze artistiche provienienti da tutta Italia, oltre 140 foto davvero di pregio notevole. Scatti originali, creativi e carichi di simbologia, la stessa che ha reso davvero difficile il lavoro per una giuria tecnica  di tutto rispetto, composta dall’editore Tommaso Rossi, dal fotografo professionista Luigi Sauro e dal direttore Talita Frezzi. La giuria, che ha scelto le migliori tre in base a parametri stilistici e tecnico-fotografici, ha tenuto presente anche le emozioni e l’interpretazione data dall’autore  nella breve presentazione.

foto montecappone 2 300x198 Concorso Nazionale Fotografico Lattimo fuggente: i diritti in uno scatto, la giuria premia il Souvenir dItalia e tanti nuovi artisti

 

Il secondo premio, che tra i migliori scatti ha reso vincitore un giovanissimo appassionato di fotografia, Andrea Micci di Senigallia, porta all’attenzione del pubblico una foto davvero suggestiva: una donna dal viso scolpito e la veste nera, scattata in Nepal. Lo scatto, secondo la giuria, è riuscita a interpretare sapientemente il diritto alla cultura. Per lui, il premio, è stato di cinque confezioni da 6 bottiglie di vini Sauvignon La Breccia 2010 e Rosato “Pergolesi” offerti dall’Azienda Vinicola Montecappone di Jesi con cui brindare al secondo gradino del podio.

Infine, la terza ed ultimafoto ad aver conquistato la giuria, è stata la limpida essenza dell’acqua di una fontanella che scorre sul viso dolcissimo di una bambina di colore, “Aggrappata a un nuovo mondo, penso al mio Paese”. Il suo diritto a sognare un Paese migliore, diritto all’integrazione catturato da Eleonora C.Giannini, che ha vinto un percorso benessere nel Centro Arkei di Ancona.

Per quanto riguarda invece la critica, una foto dai contenuti forti ma carica di simbologie è stata senza dubbio lo scatto di Nicola Granchi dal titolo: “Manicomio Volterra”. Lo scatto rappresenta  il diritto ad essere considerato, da tutti , prima di tutto come “essere umano”, la condizione essenziale affinché un “uomo” possa vivere libero. Una vasca che raschia nella dura realtà manicomiale e degli ospedali psichiatrici giudiziari prima della Legge 190 Basaglia.

foto montecappone 1 300x198 300x198 Concorso Nazionale Fotografico Lattimo fuggente: i diritti in uno scatto, la giuria premia il Souvenir dItalia e tanti nuovi artisti

Le premiazioni, svoltesi  ieri nel corso di un pomeriggio dove le immagini hanno sposato le eccellenze nella cantina Montecappone di Jesi, grazie all’ospitalità del titolare Gianluca Mirizzi. Le redazioni di  “Fatto&Diritto” e del “Domiad Photo Network” ringraziano quanti hanno partecipato a questa prima edizione del concorso nazionale di fotografia interpretando in maniera personale e originalissima il proprio “attimo fuggente”. Un ringraziamento speciale va anche ai partner commerciali che hanno sostenuto il progetto.

Le foto vincitrici:

 

27042012 img 5381angelo grimaldi 300x200 150x150 Concorso Nazionale Fotografico Lattimo fuggente: i diritti in uno scatto, la giuria premia il Souvenir dItalia e tanti nuovi artisti

ANGELO GRIMALDI - 1 CLASSIFICATO

 

img 64023 200x300 150x150 Concorso Nazionale Fotografico Lattimo fuggente: i diritti in uno scatto, la giuria premia il Souvenir dItalia e tanti nuovi artisti

ANDREA MICCI - 2 CLASSIFICATO

 

nepal 150 02 rid ok 0 199x300 150x150 Concorso Nazionale Fotografico Lattimo fuggente: i diritti in uno scatto, la giuria premia il Souvenir dItalia e tanti nuovi artisti

ELEONORA C.GIANNINI- 3 CLASSIFICATA

 

 

 

 

 

 

 

Ecco l’elenco delle 30 foto finaliste:

- Luca Del Pivo: Il Lavoro come bene comune
– Nicoletta Cantori: Diritto alla Cultura
– Andrea: Diritto alla cultura
– Andrea: Diritto e integrazione
– RIccardo Savinelli: Diritto al lavoro!
– Maristella Campolunghi: Eléna on the road
– Teresa Bianchi: La notte prima della Beatificazione di Papa Giovanni Paolo II nei giardini adiacenti San Pietro a Roma.
– Olga Izzo: cronaca di un attimo
– Nicola Gronchi: Manicomio Volterra
– Gianni: Articolo 1,Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità?! E diritti!?
– Angelo Grimaldi: Souvenir d’Italia
– Sergio Orlandini: Omaggio a Henry Cartier Bresson
– Davide Dusnasco: L’attimo fuggente.
– Rodolfo GIunta: Il vecchio e il cane. Un compagno e un amico fidato per sopportare il peso della solitudine.

- Paolo Maugeri- Costituzione
– Giuseppe Serafi: Aggrapparsi alla speranza – Giornata contro il razzismo a Cagliari
– Antonio Ravenna: La Cronaca
– Eleonora C. Giannini: Diritti e integrazione: Aggrappata a un nuovo mondo, penso al mio Paese.
– Andrea Introini: Diritto all’ambiente: Tutti hanno diritto ai beni di prima necessità.
– Remo Olandesi: L’attimo fuggente
– Valntina Rimondi: Scatto rubato durante la manifestazione dell’Associazione 3 febbraio (Genova)
– Cristiana Loccioni: Diritto all’ambiente
– Franco Lecis: Un attimo di complicità
- Michele De Luca: quando si pescava solo quello che non avrebbe distrutto un ecosistema molto delicato
– Paolo Corazza: chissà cosa faceva prima di essere povero
– Giuseppe Pantano: Libertà per il Tibet
– Massimo Puggioni: Guardami in faccia
– Franco Lecis: Un attimo, il giorno finisce come un volo nel buio della notte.
– Roberto Di Patrizi: Diritto e cultura
– Francesco Bini: Solfuro di Carbonio

Dario Aloja

profilo linkedin: http://it.linkedin.com/pub/dario-aloja/38/b65/110


 

 

 

 

 

 

Aspetta!! Non Andare via, ci sono altri articoli interessanti da leggere in:

About the author

Dario Aloja Autore: Dario Aloja Nato a Napoli, nel 1982, nel quartiere “Arenella“, a metà strada tra il centro storico e la moderna zona collinare, Dario Aloja vive, da subito, le forti contraddizioni di una città divisa tra le nostalgie di un passato di capitale europea e un presente di metropoli labirintica, che ingoia sogni e speranze delle nuove generazioni. Come tanti giovani del terzo millennio, Dario avverte l’abisso che divide l’odierno modello capitalistico, che mondializza i totem tecnologici di una società alienante e disumanizzante, e le ragioni del cuore, il bisogno di gridare al mondo le esperienze del proprio vissuto, le emozioni dell’incontro con “l’altra metà del cielo”. E questo magma incandescente di pulsioni, stati d’animo, sentimenti, affiora in superficie, diventa sfogo lirico, si fa “Pelle Libera“. Dopo la Laurea in Scienze Motorie, Dario inizia la sua esperienza lavorativa come Sales mgmt di prodotti web presso una rinomata azienda grafica partenopea. Grazie ai costanti briefing in azienda, Dario riesce in breve tempo ad acquisire la spigliatezza ed attenzione necessaria a garantire la massima qualità nel seguire le esigenze clientelari. Le ottime capacità redazionali, comunicative e le spiccate doti artistiche (editing e grafica) completano il quadro in sinergia alla perfetta fludità e grande competenza nell’uso del pc, della grafica e del web marketing. Dotato di uno spiccato senso pratico e problem solving orientato al raggiungimento degli obiettivi, Dario arricchisce la sua esperienza nel campo dei media on line lavorando per numerose e importanti testate partenopee e nazionali oltre ad essere caporedattore di un magazine on-line e amministratore di un nascente progetto editoriale.

Read previous post:
Nikon-1-V1-mano
Nikon Serie 1: la scelta giusta per “Dinks” e famiglie vincenti

Oggi vi parleremo del nuovissimo gioiellino di casa Nikon, ovvero la  serie 1, il primo sistema mirrorless della casa giallonera...

Close