Miami: gli oranghi dello zoo comunicano con l’uomo grazie all’iPad

Miami: gli oranghi dello zoo comunicano con l’uomo grazie all’iPad

Che l‘iPad fosse utilizzato, fin dagli albori della sua nascita, negli ambiti più svariati non è certo una novità, ma che il nuovo gioiellino della “mela morsicata” finisse tra le mani degli oranghi dello zoo di Miami per essere utilizzato come mezzo di comunicazione con l’uomo, questa si che è davvero una notizia da prima pagina. A partire dall’intrattenimento domestico, infatti,passando per la riproduzione di contenuti multimediali o la compatibilità dei libri di testo dedicati agli studenti, fino ad arrivare al contesto professionale,  il nuovo gioiellino di casa Apple offre il massimo della sua multimedialità grazie a soluzioni studiate appositamente per la produttività. Stando a quanto riportato sulle pagine di Associated Press però, il discorso cambia e non di poco, infatti, il famoso tablet è arrivato poco di meno che tra le mani degli oranghi dello zoo Jungle Island di Miami dove, i responsabili della struttura, lo stanno testando per comunicare con gli alcuni esemplari e, piu’ precisamente, con sei individui.

Il dispositivo, attualmente, è impiegato per comunicare agevolmente con sei esemplari d’orango: due in età adulta e quattro più giovani e, il punto di contatto tra l’uomo e i primati, sarebbe un prezioso software sviluppato inizialmente da alcuni ingegneri per facilitare l’interazione con persone autistiche. Il software, basato sull’abbinamento tra parole e immagini, fa comparire sullo schermo  fotografie di vari oggetti, dopodichè, un essere umano li nomina e gli oranghi premono il display in corrispondenza dell’immagine corretta.

L’iPad e altri prodotti tecnologici basati sull’interazione touchscreen, infatti, oggi rappresentano una meravigliosa e rara opportunità per comunicare con i primati e, visto il rapporto che molti addestratori hanno sviluppato con loro, il legame d’affetto e di comprensione sembra rinsaldarsi ogni giorno di piu’ grazie anche all’aiuto dei nuovi software studiati appositamente per favorire l’interazione e la comunicazione.Sembrerà strano, ma anche in questo caso, i più portati all’utilizzo della tecnologia sembrano essere esclusivamente gli oranghi giovani, che dimostrano una spiccata propensione per il dispositivo iOS.

orangutan ipad 300x199 Miami: gli oranghi dello zoo comunicano con luomo grazie alliPad

Gli esemplari più giovani, secondo gli studi, sono attratti dal tablet e comprendono facilmente come utilizzarlo ed è come se pensassero “Ne ho capito il funzionamento”. I due più anziani, invece, semplicemente non sono interessati e non è difficile  cogliere nei loro sguardi il pensiero: “Sono sempre stato senza questa roba, a me non serve un computer”.

Dario Aloja

profilo linkedin: http://it.linkedin.com/pub/dario-aloja/38/b65/110

 

 

 

 

Aspetta!! Non Andare via, ci sono altri articoli interessanti da leggere in:

About the author

Dario Aloja Autore: Dario Aloja Nato a Napoli, nel 1982, nel quartiere “Arenella“, a metà strada tra il centro storico e la moderna zona collinare, Dario Aloja vive, da subito, le forti contraddizioni di una città divisa tra le nostalgie di un passato di capitale europea e un presente di metropoli labirintica, che ingoia sogni e speranze delle nuove generazioni. Come tanti giovani del terzo millennio, Dario avverte l’abisso che divide l’odierno modello capitalistico, che mondializza i totem tecnologici di una società alienante e disumanizzante, e le ragioni del cuore, il bisogno di gridare al mondo le esperienze del proprio vissuto, le emozioni dell’incontro con “l’altra metà del cielo”. E questo magma incandescente di pulsioni, stati d’animo, sentimenti, affiora in superficie, diventa sfogo lirico, si fa “Pelle Libera“. Dopo la Laurea in Scienze Motorie, Dario inizia la sua esperienza lavorativa come Sales mgmt di prodotti web presso una rinomata azienda grafica partenopea. Grazie ai costanti briefing in azienda, Dario riesce in breve tempo ad acquisire la spigliatezza ed attenzione necessaria a garantire la massima qualità nel seguire le esigenze clientelari. Le ottime capacità redazionali, comunicative e le spiccate doti artistiche (editing e grafica) completano il quadro in sinergia alla perfetta fludità e grande competenza nell’uso del pc, della grafica e del web marketing. Dotato di uno spiccato senso pratico e problem solving orientato al raggiungimento degli obiettivi, Dario arricchisce la sua esperienza nel campo dei media on line lavorando per numerose e importanti testate partenopee e nazionali oltre ad essere caporedattore di un magazine on-line e amministratore di un nascente progetto editoriale.

ASPETTA!! Ti potrebbe interessare anche questo articolo:
C01_4293.2.0.11.57Creative Cloud Suite di Adobe: la soluzione semplice, veloce e completa per ogni creativo digitale

E' partita oggi la corsa,  in ben 36 paesi del mondo, al servizio cloud di Adobe che, per un impegno...

Close