Tablet low cost: in estate arriverà Nexus, il gioiellino di Google che sfiderà la mela

Tablet low cost: in estate arriverà Nexus, il gioiellino di Google che sfiderà la mela

Piano, inesorabilmente, il cerchio intorno al profilo del primo tablet a marchio proprio del colosso di Mountain View si sta stringendo e, nonostante la mancanza di anticipazioni ufficiali, il nuovo gioiellino touch di casa Google si chiamerà Nexus tablet. Come è noto da tempo, infatti, il tablet sfrutterà, a differenza dell’iPad, uno schermo piu’ piccolo da sette pollici e l’immensa forza commerciale del primo vero smartphone “brandizzato” della compagnia californiana.

Due sono i livelli strategici di Google per lanciare il suo primo gioiellino hypertech sul mercato: il primo prevede il lancio di un prodotto che, presentandosi con una sfilza di applicazioni online da BigG a Youtube, da Google Music alle mappe, da Google Apps fino al social network Google+, riporti l’attenzione e l’interesse sociale verso un prodotto legato al sistema operativo Android. Il secondo livello strategico, invece, sarebbe collegato al lancio di un secondo tablet Nexus con display da 10 pollici che dovrà combattere apertamente con il mito iPad.E’ chiaro inoltre che, il tablet di casa Google, ben presto diverrà il diretto rivale del Kindle Fire di Amazon e della tavoletta di Apple a suon di veri e propri colpi di marketing.Il nemico da battere, in buona sostanza, attualmente rimane l’universo iOs/Apple con le sue funzioni di riconoscimento vocale e i suoi volumi d’affari.  Due terzi delle ricerche online effettuate da terminale mobile su Google, infatti, secondo statistiche arriverebbero da dispositivi della Mela.

Il Nexus,concepito per utilizzare la versione 5.0 di Android, secondo recenti rumors sarà prodotto a partire da aprile dalla taiwanese Asus e monterà un processore di tutto rispetto: il Tegra 3 quad core. Il gioiellino di casa Google, inoltre, così come le sue infinite applicazioni potranno essere tranquillamente acquistate on line attraverso  il Google Play Store.

Dario Aloja

profilo linkedin: http://it.linkedin.com/pub/dario-aloja/38/b65/110

 

 

 

 

Aspetta!! Non Andare via, ci sono altri articoli interessanti da leggere in:

About the author

Dario Aloja Autore: Dario Aloja Nato a Napoli, nel 1982, nel quartiere “Arenella“, a metà strada tra il centro storico e la moderna zona collinare, Dario Aloja vive, da subito, le forti contraddizioni di una città divisa tra le nostalgie di un passato di capitale europea e un presente di metropoli labirintica, che ingoia sogni e speranze delle nuove generazioni. Come tanti giovani del terzo millennio, Dario avverte l’abisso che divide l’odierno modello capitalistico, che mondializza i totem tecnologici di una società alienante e disumanizzante, e le ragioni del cuore, il bisogno di gridare al mondo le esperienze del proprio vissuto, le emozioni dell’incontro con “l’altra metà del cielo”. E questo magma incandescente di pulsioni, stati d’animo, sentimenti, affiora in superficie, diventa sfogo lirico, si fa “Pelle Libera“. Dopo la Laurea in Scienze Motorie, Dario inizia la sua esperienza lavorativa come Sales mgmt di prodotti web presso una rinomata azienda grafica partenopea. Grazie ai costanti briefing in azienda, Dario riesce in breve tempo ad acquisire la spigliatezza ed attenzione necessaria a garantire la massima qualità nel seguire le esigenze clientelari. Le ottime capacità redazionali, comunicative e le spiccate doti artistiche (editing e grafica) completano il quadro in sinergia alla perfetta fludità e grande competenza nell’uso del pc, della grafica e del web marketing. Dotato di uno spiccato senso pratico e problem solving orientato al raggiungimento degli obiettivi, Dario arricchisce la sua esperienza nel campo dei media on line lavorando per numerose e importanti testate partenopee e nazionali oltre ad essere caporedattore di un magazine on-line e amministratore di un nascente progetto editoriale.

Read previous post:
La disinformazione della foto-quotidiana

di Sandra Quagliata e Santo Mangiameli “…secolare minaccia di una conquista surrealista della sensibilità moderna (S.Sontag)” Non contenibile e liquida...

Close