Le OM son tornate: Olympus presenta la nuova serie OM-D dotata di formato micro 4/3, elettronica d’avanguardia, mirino elettronico ed ottiche intercambiabili

Le OM son tornate:  Olympus presenta la nuova serie OM-D dotata di formato micro 4/3, elettronica d’avanguardia, mirino elettronico ed ottiche intercambiabili

Ritorno al futuro per Olympus. L’attesa nuova reflex scompiglia le carte nel settore delle fotocamere senza specchio reflex, ma ad ottiche intercambiabili.  Prima di tutto per una scelta felice: il mirino elettronico di qualità, che ti consente di inquadrare il soggetto portando l’apparecchio all’occhio. Come si è sempre fatto. Perché è il modo più ergonomico di riprendere. E per tracciare un’inequivocabile linea che unisca le reflex Olympus del passato a quelle del futuro, la decisione di dotare l’apparecchio della sigla e dell’aspetto della serie OM. OM-D il nome, dove D sta per digitale. L’aspetto è aspetto quello della OM-4.

Già questo sarebbe un pronostico di successo. Il di più, che potrebbe far diventare il pronostico una certezza, sono le soluzioni di alta tecnologia che troviamo dentro l’apparecchio. Soluzioni che hanno sempre contraddistinto gli apparecchi della Casa giapponese. Ad esempio, non dimentichiamo che la prima lettura esposimetrica TTL sulla pellicola fu brevetto Olympus. Formato è il collaudato micro 4/3 che si vale, in questo caso, dell’accoppiata: sensore Live MOS da 16.1 Mega e processore True Pic, giunto alla sua sesta edizione. Innovativo è il sistema di stabilizzazione , che opera su cinque assi, che corregge i movimenti non solo di beccheggio e rullio, ma anche d’imbardata. Come richiesto dalle attuali fotocamere, la OM-D può anche riprendere video di qualità in Full HD in formato .mov (Mpeg-4 AVC/H.264) e anche AVI. Tra le altre caratteristiche, l’otturatore veloce capace di 9 fotogrammi per secondo, l’autofocus che tiene fino a 4.2 fps, il display posteriore Oled inclinabile verso l’alto e il basso, per un miglior controllo della inquadratura e della ripresa video.

Olympus OM D news b 63909 300x161 Le OM son tornate:  Olympus presenta la nuova serie OM D dotata di formato micro 4/3, elettronica d’avanguardia, mirino elettronico ed ottiche intercambiabili

Per quanto riguarda le particolarità del corpo macchina, si deve sottolineare la sua realizzazione in fusione di magnesio e l sua tropicalizzazione totale. Una serie di guarnizioni blocca qualsiasi via d’entrata alla polvere, alla pioggia, all’umidità. Tale caratteristica non è solo del corpo macchina, ma anche degli accessori che ruotano attorno ad essa: obiettivi, impugnatura con battery pack e anche flash esterni dedicati.

Video di presentazione a caratteristiche complete al sito www.pmstudionews.com

 Articolo impaginato da Dario Aloja per Edo Prando

 

 

 

 

Aspetta!! Non Andare via, ci sono altri articoli interessanti da leggere in:

About the author

Dario Aloja Autore: Dario Aloja Nato a Napoli, nel 1982, nel quartiere “Arenella“, a metà strada tra il centro storico e la moderna zona collinare, Dario Aloja vive, da subito, le forti contraddizioni di una città divisa tra le nostalgie di un passato di capitale europea e un presente di metropoli labirintica, che ingoia sogni e speranze delle nuove generazioni. Come tanti giovani del terzo millennio, Dario avverte l’abisso che divide l’odierno modello capitalistico, che mondializza i totem tecnologici di una società alienante e disumanizzante, e le ragioni del cuore, il bisogno di gridare al mondo le esperienze del proprio vissuto, le emozioni dell’incontro con “l’altra metà del cielo”. E questo magma incandescente di pulsioni, stati d’animo, sentimenti, affiora in superficie, diventa sfogo lirico, si fa “Pelle Libera“. Dopo la Laurea in Scienze Motorie, Dario inizia la sua esperienza lavorativa come Sales mgmt di prodotti web presso una rinomata azienda grafica partenopea. Grazie ai costanti briefing in azienda, Dario riesce in breve tempo ad acquisire la spigliatezza ed attenzione necessaria a garantire la massima qualità nel seguire le esigenze clientelari. Le ottime capacità redazionali, comunicative e le spiccate doti artistiche (editing e grafica) completano il quadro in sinergia alla perfetta fludità e grande competenza nell’uso del pc, della grafica e del web marketing. Dotato di uno spiccato senso pratico e problem solving orientato al raggiungimento degli obiettivi, Dario arricchisce la sua esperienza nel campo dei media on line lavorando per numerose e importanti testate partenopee e nazionali oltre ad essere caporedattore di un magazine on-line e amministratore di un nascente progetto editoriale.

ASPETTA!! Ti potrebbe interessare anche questo articolo:
D800_Skeleton_imageNikon D800: un’attesa premiata

Arrivata la sorella della Nikon D4: pieno formato e tante soluzioni innovative per video e foto

Close