iBook2: nasce il primo iPad interamente dedicato alla scuola

iBook2: nasce il primo iPad interamente dedicato alla scuola

L’ iBook2, una versione dell’iPad interamente studiata e dedicata alle scuole, è stata presentata oggi al museo Guggenheim di New York. L’ultimo regalo fatto dal papà della Apple, Steve Jobs, al mondo è divenuto di colpo per migliaia di studenti un occasione per partecipare ad una rivoluzione scolastica, fatta di condivisione e multimedialità. L’iniziativa, frutto della cooperazione tra Apple ed editori del calibro di  Pearson PLC, McGraw-Hill e Houghton Muffin Harcourt, favorirà sicuramente la diffusione sia di testi scolastici disponibili per l’iPad in versione digitale sia un coinvolgimento maggiore da parte degli  studenti che, sapientemente seguiti dal corpo docente, creeranno contenuti e materiale multimediale riguardante il piano di studi da seguire durante l’anno.

La capacità d’apprendimento offerta da contenuti multimediali è nettamente maggiore rispetto ai “vecchi” libri, infatti, la naturale curiosità d’un giovane in piena fase adolescenziale risulta, secondo recenti studi statistici, molto piu’ coinvolta. Stimolare la fantasia, il naturale interesse della classe verso argomenti nuovi, risulterà particolarmente facile al corpo docente che, si spera, imparerà presto a utilizzare ed insegnare materie come la fisica, l’universo, la storia in maniera sicuramente piu’ interessante rispetto al passato grazie all‘approccio multimediale.

coverbrief2 300x224 iBook2: nasce il primo iPad interamente dedicato alla scuola

Forti limiti all’iniziativa però sono stati posti dal sistema scolastico americano che, indisponibile a comperare prodotti all’ingiustificabile prezzo di 499 euro, non credono agli effetti positivi di questa innovazione sia in termini qualitativi che pedagogici soprattutto per le fasce in età prescolare. Il primissimo periodo di formazione del bambino, nel quale per l’apprendimento si usano giochi il cui scopo è stimolare e formare la curiosità, è dedicato essenzialmente all’apprendimento di capacità logiche, relazionali e manuali. La fase successiva, invece, come l’esplorazione del micro e del macro mondo è compatibile con l’approccio multimediale d’un iPad. Il progetto di Apple, che prevede testi scolastici scaricabili su iPad aggiornabili e personalizzabili, richiede un corpo docente che sappia utilizzare alla perfezione  le nuove tecnologie. Grazie ai tablet si spera che, in un futuro non molto lontano, professori ed alunni riescano a condividere la meravigliosa esperienza offerta dalla multimedialità a dispetto di tutte le materie scolastiche fino ad oggi studiate su carta stampata.

Dario Aloja

profilo linkedin: http://it.linkedin.com/pub/dario-aloja/38/b65/110

 

 

 

 

Aspetta!! Non Andare via, ci sono altri articoli interessanti da leggere in:

About the author

Dario Aloja Autore: Dario Aloja Nato a Napoli, nel 1982, nel quartiere “Arenella“, a metà strada tra il centro storico e la moderna zona collinare, Dario Aloja vive, da subito, le forti contraddizioni di una città divisa tra le nostalgie di un passato di capitale europea e un presente di metropoli labirintica, che ingoia sogni e speranze delle nuove generazioni. Come tanti giovani del terzo millennio, Dario avverte l’abisso che divide l’odierno modello capitalistico, che mondializza i totem tecnologici di una società alienante e disumanizzante, e le ragioni del cuore, il bisogno di gridare al mondo le esperienze del proprio vissuto, le emozioni dell’incontro con “l’altra metà del cielo”. E questo magma incandescente di pulsioni, stati d’animo, sentimenti, affiora in superficie, diventa sfogo lirico, si fa “Pelle Libera“. Dopo la Laurea in Scienze Motorie, Dario inizia la sua esperienza lavorativa come Sales mgmt di prodotti web presso una rinomata azienda grafica partenopea. Grazie ai costanti briefing in azienda, Dario riesce in breve tempo ad acquisire la spigliatezza ed attenzione necessaria a garantire la massima qualità nel seguire le esigenze clientelari. Le ottime capacità redazionali, comunicative e le spiccate doti artistiche (editing e grafica) completano il quadro in sinergia alla perfetta fludità e grande competenza nell’uso del pc, della grafica e del web marketing. Dotato di uno spiccato senso pratico e problem solving orientato al raggiungimento degli obiettivi, Dario arricchisce la sua esperienza nel campo dei media on line lavorando per numerose e importanti testate partenopee e nazionali oltre ad essere caporedattore di un magazine on-line e amministratore di un nascente progetto editoriale.

ASPETTA!! Ti potrebbe interessare anche questo articolo:
Walter Graneri

Classe 1966, fotografo professionista con esperienza ventennale. Specializzato in fotografia pubblicitaria. Collabora con alcune testate di settore e si occupa...

Close